AMA SUO MARITO ALLA FOLLIA E CHIEDE UNA SOLUZIONE

Mufti :

Revisione:

Descrizione

Amo mio marito alla follia e lui è soddisfatto di me di piena soddisfazione, e da quando è partito per lavoro sono in attesa di ricongiungermi a lui. Ho iniziato a sentirne nostalgia e non mi do pace finché non mi chiama, e nonostante assolva ai miei doveri religiosi, sento una mancanza in sua assenza. Cosa mi consigliate, fratelli in Iddio, affinché possa portare pazienza finché lo rincontri?
Che Iddio vi ricompensi in bene.

Download
Manda un commento al Webmaster

Descrizione completa

    AMA SUO MARITO ALLA FOLLIA E CHIEDE UNA SOLUZIONE

    Islām Q&A

    Reviewing: A cura del Team della sezione italiana di Islamhouse

    تحب زوجها حبّاً جنونيّاً وتطلب الحل

    (باللغة الإيطالية)

    الإسلام سؤال وجواب

    مراجعة : فريق اللغة الإيطالية بموقع دار الإسلام

    AMA SUO MARITO ALLA FOLLIA E CHIEDE SOLUZIONE

    Amo mio marito alla follia e lui è soddisfatto di me di piena soddisfazione, e da quando è partito per lavoro sono in attesa di ricongiungermi a lui. Ho iniziato a sentirne nostalgia e non mi do pace finché non mi chiama, e nonostante assolva ai miei doveri religiosi, sento una mancanza in sua assenza. Cosa mi consigliate, fratelli in Iddio, affinché possa portare pazienza finché lo rincontri?

    Che Iddio vi ricompensi in bene.

    La lode a Iddio.

    Ѐ meraviglioso che si diffonda nelle case dei musulmani l’amore, l’affetto e l’armonia, poiché questo amore e quest’affetto avranno effetti positivi sui membri della famiglia, e tra i segni magnifici di Iddio v’è che abbia creato la donna dall’uomo, e la saggezza in ciò è perché ella sia quiete per l’uomo. Difatti Iddio l’Elevato ha menzionato questo a proposito di Adamo ed Eva e per la creazione in generale. Disse l’Elevato: {Egli è Colui il Quale vi creò da un solo essere, e da esso formò la sua sposa affinché si acquietasse presso di lei […]} [Al-Aʿrāf, 7:189]

    Questo per ciò che riguarda Adamo ed Eva. In relazione alla creazione in generale Iddio l’Elevato dice: {E tra i Suoi segni che abbia creato per voi spose, da voi stessi, affinché vi acquietaste presso di loro […]} [Ar-Rūm, 30:21]

    E Iddio l’Elevato ha stabilito affetto e misericordia tra gli sposi, difatti disse, nella conclusione del versetto di Ar-Rūm: {[…] e ha stabilito tra di voi affetto e misericordia. Invero in ciò vi sono segni per un popolo che riflette} [Ar-Rūm, 30:21]

    Ash-Shinqīţī - che Iddio abbia di lui misericordia - disse:

    “Iddio, sia Egli esaltato, dice: {[…] e da esso formò la sua sposa affinché si acquietasse presso di lei […]} [Al-Aʿrāf, 7:189]

    Ha ricordato in questo nobile versetto il fatto che abbia creato Eva da Adamo affinché si acquietasse presso di lei, ossia trovasse armonia e si tranquillizzasse tramite di lei. E ha evidenziato altrove il fatto che abbia reso tali le spose della sua discendenza, con il Suo detto: {E tra i Suoi segni vi è che abbia creato per voi spose, da voi stessi, affinché vi acquietaste presso di loro e ha reso tra di voi affetto e misericordia} [Ar- Rūm, 30:21]

    [Aḑwā’ Al-Bayān (2/304-305)]

    Ibn Kathīr - che Iddio abbia di lui misericordia - disse: “Non v’è armonia tra due anime più magnifica di quella che c’è tra due sposi” [Tafsīr Ibn Kathīr (3/525)].

    Ma non intendiamo che l’amore debba essere “folle”, come dice la gente, bensì dev’essere ragionevole, ponendo ogni cosa nella giusta dimensione.

    Zayd Ibn Aslam ha riportato che suo padre disse: “ʿUmar Ibn Al-Khaţţāb mi disse: «O Aslam, non lasciare che il tuo amore sia ossessività e non lasciare che il tuo odio sia distruzione». Io chiesi: «In che modo accade ciò?». Disse: «Quando ami, non fissarti come si fissa il bambino con le cose che ama, e quando odi, non odiare di un odio che ti porti ad amare per il tuo amico la distruzione e la rovina».

    [Trasmesso da ʿAbdur-Razzāq in Al-Muşannaf (20269). La sua catena di trasmissione è integra]

    Il Califfo ben guidato diede questo consiglio perché l’ossessività nell’amore (l’amore folle) ha effetti negativi sull’amante come sull’amato.

    Riguardo agli effetti sull’amante, sono:

    1. L’occupazione del suo pensiero con quest’amore, il che causa ansia e agitazione, così questa occupazione gli causa perdita di tempo e i suoi effetti conducono a malattie psichiche e fisiche.

    2. E tra gli effetti dell’amore folle v’è il fatto che renda l’amante connivente dinnanzi alle mancanze del suo amato nei doveri, e fa sì che sia connivente nel suo commettere atti illeciti, al punto che se il suo amato gli domandasse di parteciparvi insieme a lui, allora il suo amore folle lo condurrebbe a partecipare.

    3. Tra gli effetti negativi di questo amore è che si impossessa della totalità del suo cuore in modo tale da competere con l’amore per Iddio e il Suo Messaggero, che è la causa della sua salvezza, e a fortiori con l’amore per altri quali famiglia e figli.

    4. Tra gli effetti negativi v’è che questo folle amante non riesce a sopportare il trauma dell’assenza del suo amato, o la sua malattia, e a fortiori la sua morte!

    Gli effetti negativi dell’amore folle sull’amato comprendono i seguenti:

    1. Potrebbe essere colpito da agitazione a causa dell’insistenza dell’amante nel vederlo e nel sedervisi assieme, e ciò può condurlo alla trascuranza nel suo lavoro o alla mancanza negli impegni nei quali dovrebbe focalizzare la sua mente e il suo cuore, come la ricerca della sapienza benefica o il compimento del buon operato.

    2. Tra gli effetti negativi che potrebbe avere su di lui v’è il fatto che non troverà mai questo amante che lo consigli e lo diriga, ma piuttosto connivente dinnanzi ai suoi sbagli e alle sua mancanze, e come si suol dire: l’amore di qualcosa rende ciechi e sordi!

    3. Tra gli effetti negativi che potrebbe avere su di lui v’è il fatto che se si intrattiene con l’amante, perderà il proprio tempo con lui, e se non lo fa, gli causerà ansia, e ciò potrebbe condurlo a fuggire da lui e a odiarlo alla fine.

    Shaykh Al-Islām Ibn Taimiyyah - che Iddio abbia di lui misericordia - disse:

    [..] così se il cuore di un uomo si lega a una donna, seppure ella gli sia lecita, il suo cuore rimarrà suo prigioniero, così ella lo comanderà e agirà come desidera. Ciò nonostante all’apparenza sia lui il padrone di lei in quanto marito, ma in realtà è suo prigioniero e schiavo, specialmente se ella si accorge del suo bisogno di lei e del suo amore appassionato per lei, e che egli non possiede rivalsa di lei in altre. In tal caso ella lo comanderà col comando del padrone soggiogatore e ingiusto verso il suo debole servo soggiogato, che non riesce a liberarsi di lui, anzi finanche peggio, poiché la prigionia del cuore è peggiore della prigionia del corpo, e la schiavitù del cuore è peggiore della schiavitù del corpo, in quanto colui il cui corpo viene reso servo e schiavo, sarà indifferente se il suo cuore è libero e tranquillo, e potrebbe anzi trovare una via per la liberazione. Ma se è il cuore, che è il Re, ad essere asservito e innamorato veementemente di qualcosa all’infuori di Iddio, allora questa è la vera umiliazione e la pura prigionia, ché la servitù è verso chi assoggetta il cuore […] infatti la libertà è la libertà del cuore e la servitù è la servitù del cuore, così come la ricchezza è la ricchezza d’animo. Il Profeta disse: “La ricchezza non si ha attraverso l’abbondanza di beni, bensì la ricchezza è la ricchezza d’animo”.

    Ciò vale quando ciò che ha asservito il suo cuore a una persona lecita; mentre se asservisce il proprio cuore a una persona illecita, come una donna o un fanciullo, allora questa è la pena dal quale non v’è via d’uscita e queste sono tra le persone dal maggior tormento e dalla minor ricompensa, poiché per l’innamorato appassionatamente di una persona a cui il suo cuore rimanga attaccato e asservito, si riuniranno presso di lui ogni genere di male e corruzione che non può enumerare se non il Signore dei servi, seppure rimanga integro dal commettere la turpitudine maggiore [...]”.

    [MajmūʿAl- Fatāwā (10/185-186)]

    Quindi bada che il tuo amore per tuo marito sia un amore moderato, dal quale non consegua trascuranza di ciò che è obbligatorio, o mancanza in ciò che ha maggior priorità, come l’amore di Iddio e del Suo Messaggero.

    Domandiamo a Iddio l’Elevato di darti successo nel giungere a ciò che Egli ama e di cui Si compiace, e di rendere tra voi durevoli l’armonia, l’affetto, la misericordia e l’amore, e di donarvi una prole devota.

    Siamo molto lieti di apprendere del modo in cui onori tuo marito e del tuo amore per lui, ma saremmo maggiormente lieti se riuscissi a rendere ragionevole il tuo amore per lui. Devi comprendere che infastidire tuo marito chiamandolo continuamente o insistendo che rimanga a casa o eviti un particolare viaggio gli causerà stress e gli renderà arduo portare avanti i diversi compiti della vita. Desideriamo che nella tua casa vi sia un’atmosfera salutare di amore che possa aiutare la famiglia e i figli a venire, se Iddio vuole, a raggiungere alti scopi e sforzarsi di sostenere la Sua religione ed essere d’aiuto ai suoi servi devoti.

    Ti consigliamo inoltre di:

    1. Assolvere ai doveri religiosi che ti sono richiesti e compiere inoltre gli atti di culto supererogatori.

    2. Recitare regolarmente le rimembranze (adhkār) mattutine e serali.

    3. Ricercare sapienza leggendo o ascoltando.

    4. Richiamare a Iddio le donne tra le tue vicine e parenti.

    5. Cercare di mantenere nel tuo cuore l’amore legiferato verso Iddio e il Suo Messaggero eseguendo i comandi, prestando attenzione alle proibizioni, amando la religione di Iddio, difendendola e diffondendola tra la gente, e coltivando il naturale affetto verso i tuoi genitori e figli.

    Tutto ciò darà uno scopo alla tua vita che sia più elevato del votare la tua esistenza solo a tuo marito e amare solamente lui.

    E Iddio è la fonte di ogni forza.

    Islām Q&A

    Feedback