IL GIUDIZIO RIGUARDO LE CONGRATULAZIONI IN OCCASIONE DELLL’INIZIO DELL’ANNO LUNARE ISLAMICO

Mufti :

Revisione:

Descrizione

Qual è il giudizio circa la congratulazione in occasione del nuovo anno lunare islamico col detto: “Kullu ‘ām wa antum bikhayr” (“Che ogni anno stiate bene”) o invocando benedizione o inviando un messaggio in cui si invochi per il destinatario il bene e la benedizione nel suo nuovo anno?

Download
Manda un commento al Webmaster

Descrizione completa

    IL GIUDIZIO RIGUARDO LE CONGRATULAZIONI IN OCCASIONE DELLL’INIZIO DELL’ANNO LUNARE ISLAMICO

    Islām Q&A

    Reviewing: A cura del Team della sezione italiana di Islamhouse

    حكم التهنئة بابتداء العام الهجري

    (باللغة الإيطالية)

    الإسلام سؤال وجواب

    مراجعة : فريق اللغة الإيطالية بموقع دار الإسلام

    IL GIUDIZIO RIGUARDO LE CONGRATULAZIONI IN OCCASIONE DELLL’INIZIO DELL’ANNO LUNARE ISLAMICO

    Qual è il giudizio circa la congratulazione in occasione del nuovo anno lunare islamico col detto: “Kullu ‘ām wa antum bikhayr” (“Che ogni anno stiate bene”) o invocando benedizione o inviando un messaggio in cui si invochi per il destinatario il bene e la benedizione nel suo nuovo anno?

    La lode a Iddio.

    Allo Shaykh Muĥammad Ibn Şāliĥ Al-ʿUthaymīn - che Iddio abbia di lui misericordia - fu chiesto: “Qual è il giudizio circa la congratulazione in occasione del nuovo anno lunare islamico, e con cosa si deve rispondere a chi si congratula?”.

    Così rispose, che Iddio abbia di lui misericordia:

    “Se qualcuno si congratula con te allora rispondigli, ma non iniziarlo tu con nessuno. Questo è ciò che è corretto riguardo a questa questione. Così, se una persona ti dice, per esempio: “Ti faccio le mie congratulazioni per questo nuovo anno”, dì: “Che Iddio ti doni un anno di bene e benedizione”. Ma non iniziare tu con le persone, poiché non sono al corrente di nessuna notizia che i Predecessori(As-Salaf) si si congratulassero vicendevolmente in occasione del nuovo anno, anzi i Predecessori non considerarono Muĥarram come inizio del nuovo anno se non nel califfato di ʿUmar Ibn Al-Khattāb, che Iddio Si compiaccia di lui”.

    [Fine della citazione. Fonte: risposta alla domanda nº (835) del cd “Mawsūʿah Al-Liqāʾ Ash-Shahrī wa Al-Bāb Al-Maftūĥ”, prima edizione, Maktab Ad-Daʿwah wa Al-Irshād di ʿUnayzah]

    Ash-Shaykh ʿAbdul-Karīm Al-Khudayr – che Iddio lo preservi - disse, riguardo le congratulazioni in occasione del nuovo anno lunare islamico:

    “Nell’invocazione per un altro musulmano in modo generale, della quale una persona non intenda la formula come atto adorativo nelle occasioni speciali quali le Ricorrenze (ʿĪd), non v’è nulla di male, specialmente se ciò che si intende con questa congratulazione sia un atto di cordialità e una manifestazione di felicità e buona novella dinnanzi al musulmano. Al-Imām Aĥmad - che Iddio ne abbia misericordia - disse: «Non inizio con la congratulazione, ma se qualcuno inizia gli rispondo, poiché la risposta al saluto è obbligatoria, ma porgere inizialmente le congratulazioni non è né Consuetudine (Sunnah) ordinata né rientra in ciò che è stato interdetto»”.

    Islām Q&A

    Feedback