IL MERITO DEL MESE DI IDDIO MUĤARRAM

Mufti :

Revisione:

Descrizione

Qual è il merito del mese di Muĥarram?

Download
Manda un commento al Webmaster

Descrizione completa

    IL MERITO DEL MESE DI IDDIO MUĤARRAM

    Islām Q&A

    Reviewing: A cura del Team della sezione italiana di Islamhouse

    فضل شهر الله المحرّم

    (باللغة الإيطالية)

    الإسلام سؤال وجواب

    مراجعة : فريق اللغة الإيطالية بموقع دار الإسلام

    IL MERITO DEL MESE DI IDDIO MUĤARRAM

    Qual è il merito del mese di Muĥarram?

    La lode a Iddio.

    La lode a Iddio, Signore dei Mondi, e l’elogio e la salute siano sul nostro Profeta Muĥammad, il Sigillo dei Profeti e signore dei Messaggeri, sulla sua famiglia e sui suoi Compagni.

    Seguitando:

    Invero il mese d Iddio Muĥarram è un mese magnifico, benedetto ed è il primo dei mesi dell’anno lunare islamico ed è uno dei mesi sacri dei quali Iddio dice: {Invero il conto dei mesi presso Iddio è di dodici mesi nel suo Libro, nel giorno in cui creò i cieli e la terra: di essi quattro sono sacri. Questa è la religione retta, non fate dunque torto a voi stessi in essi […]} [At-Tawbah, 9:36]

    E da Abu Bakratah - che Iddio Si compiaccia di lui - dal Profeta : […] l’anno è di dodici mesi, dei quali quattro sono i sacri: tre mesi consecutivi, Dhull-Qiʿdah, Dhull-Hijjah e Muĥarram, e Rajab di Muḑar che sta tra Jumadā e Shaʿbān”.

    [Trasmesso da Al-Bukhārī (2958)]

    E Muĥarram è chiamato così perché è un mese sacro (muĥarram) e ciò ne enfatizza ulteriormente la sacralità.

    E il detto di Lui l’Elevato {[…] non fate dunque torto a voi stessi in essi} significa: in questi mesi sacri, poiché la colpa è più certa e maggiore che negli altri.

    Ѐ stato riportato che Ibn ʿAbbās disse, riguardo al detto di Lui, l’Elevato {[…] non fate dunque torto a voi stessi in essi}: “Ciò vale per tutti i mesi, poi Iddio ha eletto tra questi quattro mesi e li ha resi sacri, e ne ha enfatizzato le sacralità, e ha reso il peccato in essi maggiore, e il buon operato e la ricompensa maggiori”.

    E Qatādah ha detto, riguardo al detto di Lui {[…] non fate dunque torto a voi stessi in essi}: “Invero il torto nei mesi sacri è di maggior peccato e fardello del torto compiuto in altri. E nonostante il torto sia grave in ogni circostanza, Iddio assegna magnificenza a quello che voglia dei Suoi comandi”.

    E ha detto: “Iddio ha prescelto eccellenze dalla Sua creazione: di tra gli angeli ha prescelto Messaggeri, di tra la gente ha prescelto Messaggeri, di tra le parole la Sua rimembranza (Adh-Dhikr), di tra i luoghi terrestri ha prescelto le moschee, di tra i mesi ha prescelto Ramaḑān e i mesi sacri, di tra i giorni ha prescelto il Venerdì (Al-Jumu’ah) e di tra le notti ha prescelto la Notte del Decreto (Laylatu Al-Qadr).

    Magnificate dunque ciò che Iddio ha magnificato, ché invero non vengono magnificate le questioni in conformità a ciò che Iddio ha magnificato se non dalla gente di comprensione e intelletto”.

    [Fine della citazione, in sintesi da At-Tafsīr di Ibn Kathīr - che Iddio abbia di lui misericordia - esegesi di Surat At-Tawbah, versetto 36]

    Il merito dell’abbondanza del digiuno supererogatorio (nafl) durante il mese di Muĥarram:

    Da Abu Hurayrah - che Iddio Si compiaccia di lui – che disse: “Il Messaggero di Iddio ha detto: «Il miglior digiuno dopo Ramaḑān è il mese di Iddio Muĥarram»”.

    [Trasmesso da Muslim (1982)]

    L’espressione “il mese di Iddio” (Shahru Allah) è indicativa dell’onore che questo mese merita.

    Al-Qārī disse: “Ciò che è apparente è che si intenda l’intero mese di Muĥarram”.

    Ma è comprovato che il Profeta giammai digiunò alcun mese completamente eccetto Ramaḑān, dunque questo detto è da intendersi in quanto persuasione ad abbondare nel digiuno nel mese di Muĥarram, e non a digiunarvi per intero.

    Ed è comprovato che il Profeta abbondasse nel digiuno durante Shaʿbān, e può darsi che il merito di Muĥarram non gli fosse rivelato se non verso la fine della sua vita, prima che gli fosse possibile digiunarvi.

    [Sharĥ An-Nawawī ʿalā Şaĥīĥ Muslim]

    Iddio presceglie ciò che vuole di tra i tempi e luoghi.

    Al-‘Izz Ibn ʿAbdus-Salām - che Iddio abbia di lui misericordia - disse: “La preferenza dei tempi e dei luoghi è di due tipi: uno di questi è mondano, mentre il secondo è religioso, ed è dovuto al fatto che Iddio elargisce ai Suoi servi in essi con ricompensa migliore in favore dei benfattori, come la preferenza del digiuno di Ramaḑān al digiuno degli altri mesi, e lo stesso il giorno di ʿAshura’, la cui preferenza è dovuta alla generosità di Iddio e alla Sua benevolenza nei confronti dei Suoi servi in esso”.

    [Qawā‘id Al-Aĥkām (1/38)]

    Che Iddio elogi il nostro Profeta Muĥammad, la sua famiglia e i suoi Compagni.

    Islām Q&A

    Feedback