IL MERITO DEL DIGIUNO DI ʿĀSHŪRĀ’

Mufti :

Revisione:

Descrizione

Ho sentito che digiunare il giorno di ʿĀshūrā’ espia l’anno precedente, è vero? Espia ogni cosa, anche i peccati maggiori? Inoltre, qual è il motivo per cui si magnifica questo giorno?

Download
Manda un commento al Webmaster

Descrizione completa

    IL MERITO DEL DIGIUNO DI ʿĀSHŪRĀ’

    Islām Q&A

    Reviewing: A cura del Team della sezione italiana di Islamhouse

    فضل صيام عاشوراء

    (باللغة الإيطالية)

    الإسلام سؤال وجواب

    مراجعة : فريق اللغة الإيطالية بموقع دار الإسلام

    IL MERITO DEL DIGIUNO DI ʿĀSHŪRĀ’

    Ho sentito che digiunare il giorno di ʿĀshūrā’ espia l’anno precedente, è vero? Espia ogni cosa, anche i peccati maggiori? Inoltre, qual è il motivo per cui si magnifica questo giorno?

    La lode a Iddio.

    Primo: il digiuno del giorno di ʿĀshūrā’ espia l’anno precedente, per il detto del Profeta : “Il digiuno del giorno di ʿArafah considero presso Iddio che espii l’anno che lo precede e l’anno che lo segue, e il digiuno del giorno di ʿĀshūrā’ considero presso Iddio che espii l’anno che lo precede”.

    [Trasmesso da Muslim (1162)]

    E ciò fa parte del favore di Iddio su di noi, chè ci ha concesso col digiuno di un solo giorno l’espiazione dei peccati di un anno intero, e Iddio possiede grazia immensa.

    Il Profeta soleva curare il digiuno del giorno di ʿĀshūrā’ in virtù della sua importanza

    Ibn ʿAbbās - che Iddio si compiaccia di lui e del padre - disse: “Non ho mai visto il Profeta ricercare il digiuno di un giorno che preferì su altri se non questo giorno, il giorno di ʿĀshūrā’, e questo mese, ossia il mese di Ramaḑān”.

    [Trasmesso da Al-Bukhārī (1867)]

    Ricercare (yataĥarrā) significa intendere il suo digiuno per raggiungerne la ricompensa e per il desiderio di esso.

    Secondo: per quanto riguarda il motivo per il quale il Profeta digunava il giorno di ʿĀshūrā’ e per il quale persuadeva la gente a digiunarlo, questo è menzionato in ciò che ha trasmesso Al-Bukhārī (1865) da Ibn ʿAbbās - che Iddio si compiaccia di lui e del padre - il quale disse: “Il Profeta giunse a Medina e vide gli ebrei digiunare il giorno di ʿĀshūrā’, allora disse: «Cos’è questo?». Dissero: «Questo è un buon giorno, questo è il giorno in cui Iddio salvò i Figli di Israele dal loro nemico, così Mosè vi ha digiunato. Disse: «Io ho più priorità su Mosè di quanta ne abbiate voi». Così vi digiunò e ordinò alla gente di digiunarvi”.

    Le parole: «questo è un buon giorno», secondo una versione di Muslim sono: «Questo è un giorno magnifico, Iddio vi salvò Mosè e il suo popolo e fece annegare Faraone e il suo popolo».

    Alle parole: «così Mosè vi ha digiunato», Muslim aggiunge nella sua versione: «per ringraziamento a Iddio, perciò noi vi digiuniamo».

    E nella versione di Al-Bukhārī: «e noi vi digiuniamo per onorarlo».

    Le parole: «e ordinò alla gente di digiunarvi», in un’altra versione di Al-Bukhārī inoltre: “Disse ai suoi Compagni: «Voi avete più diritto nei confronti di Mosè di loro, dunque digiunatevi».

    Terzo: l’espiazione dei peccati che si ottiene digiunando il giorno di ʿĀshūrā’ riguarda i peccati minori; quanto ai peccati maggiori, essi richiedono un pentimento a sé.

    An-Nawawī - che Iddio abbia di lui misericordia - disse: “Il digiuno del giorno di ʿArafah espia tutti i peccati minori, ossia arreca perdono per tutti i peccati eccetto i peccati maggiori”.

    Poi disse - che Iddio abbia di lui misericordia- : “Il digiuno del giorno di ʿArafah è espiazione per due anni, e il giorno di ʿĀshūrā’ è espiazione per un anno, e se il suo Ta’mīn (il dire “Amīn”) coincide con quello degli angeli gli viene perdonato ciò che è trascorso del suo peccato […] ciascuna di queste cose menzionate è buona per l’espiazione, difatti se trova ciò che necessita di essere espiato tra i peccati minori lo espia, e qualora non trovi peccato minore né maggiore, gli saranno annoverate opere buone e innalzati per lui i gradi […] e se invece trovi uno o più peccati maggiori e alcun peccato minore, speriamo che alleggerisca i peccati maggiori”.

    [Al-Majmūʿ Sharĥ Al-Muhadhdhab, parte 6]

    Shaykh Al-Islām Ibn Taymiyyah - che Iddio abbia di lui misericordia - disse: “L’espiazione data dalla purificazione, dalla preghiera e dal digiuno di Ramaḑān, ʿArafah e ʿĀshūrā’ vale solo per i peccati minori”.

    [Al-Fatāwā Al-Kubrā, parte 5]

    Islām Q&A

    Feedback