LA PREFERIBILITà DI DIGIUNARE TĀSŪʿĀ’ ASSIEME AD ʿĀSHŪRĀ’

Mufti :

Revisione:

Descrizione

Voglio digiunare ʿĀshūrā’ quest’anno, ma alcune persone mi hanno riferito che la Consuetudine (Sunnah) è quella di digiunare con ʿĀshūrā’ anche il giorno precedente (Tāsūʿā’). È stata riportato che il Profeta ﷺ abbia indicato ciò?

Download
Manda un commento al Webmaster

Descrizione completa

    LA PREFERIBILITà DI DIGIUNARE TĀSŪʿĀ’ ASSIEME AD ʿĀSHŪRĀ’

    Islām Q&A

    Reviewing: A cura del Team della sezione italiana di Islamhouse

    استحباب صيام تاسوعاء مع عاشوراء

    (باللغة الإيطالية)

    الإسلام سؤال وجواب

    مراجعة : فريق اللغة الإيطالية بموقع دار الإسلام

    LA PREFERIBILITà DI DIGIUNARE TĀSŪʿĀ’ ASSIEME AD ʿĀSHŪRĀ’

    Voglio digiunare ʿĀshūrā’ quest’anno, ma alcune persone mi hanno riferito che la Consuetudine (Sunnah) è quella di digiunare con ʿĀshūrā’ anche il giorno precedente (Tāsūʿā’). È stata riportato che il Profeta abbia indicato ciò?

    La lode a Iddio.

    ʿAbduLlah Ibn ʿAbbās - che Iddio Si compiaccia di lui - disse: “Quando il Messaggero di Iddio digiunò nel giorno di ʿĀshūrā’e ordinò alla gente di digiunare, dissero: «O Messaggero di Iddio, questo è un giorno che onorano i giudei e i nazareni». allora il Messaggero di Iddio disse: «Se sarà, il prossimo anno, se Iddio vuole, digiuneremo il nono». Ma non giunse l’anno successivo prima che giungesse la morte al Messaggero di Iddio ”.

    [Trasmesso da Muslim (1916)]

    Ash-Shāfiʿī e i suoi compagni, Aĥmad, Isĥāq e altri dissero: “Ѐ desiderabile (mustaĥabb) digiunare il nono e il decimo entrambi, poiché il Profeta digiunò il decimo ed ebbe l’intenzione di digiunare il nono”.

    Sulla base di ciò, il digiuno di ʿĀshūrā’ è su livelli, quello inferiore di essi sta nel digiunarlo da solo, e sopra di questo, v’è il digiunare con esso il nono, e più si abbonda il digiuno in Muĥarram, meglio è.

    E se si domandasse qual è la ragione del digiunare il nono col decimo, la risposta sarebbe:

    An-Nawawī - che Iddio abbia misericordia di lui - disse: “I sapienti tra i nostri compagni e altri hanno ricordato che vi sono diverse ragioni per la desiderabilità del digiuno di Tāsūʿā’ (il nono giorno), tra quelle più notevoli:

    1- L’intenzione retrostante è di distinguersi dai giudei nel loro limitarsi al decimo, e questo è stato trasmesso da Ibn ʿAbbās.

    2- L’intenzione era di congiungere il digiuno di ʿĀshūrā’ ad un altro giorno, così come non è permesso digiunare il solo venerdì.

    3- Per assicurarsi di digiunare il decimo per timore della mancanza o errore nel [avvistamento della] falce lunare crescente cosicché ciò che risulti il nono nel conteggio sia in realtà il decimo”.

    [Fine della citazione]

    La più solida di queste indicazioni sta nel distinguersi dalla della Gente della Scrittura. Shaykh Al-Islām Ibn Taymiyyah - che Iddio abbia di lui misericordia - disse: “Il Profeta interdisse il somigliare alla Gente della Scrittura in molti detti, come per esempio, il suo detto riguardo ad ʿĀshūrā’: «Invero, se vivrò fino al prossimo [anno], sicuramente digiunerò il nono»”. [Al-Fatāwā Al-Kubrā, parte 6]

    Ibn Ĥajar - che Iddio abbia di lui misericordia - disse, commentando sul detto: «Invero, se vivrò fino al prossimo [anno], sicuramente digiunerò il nono»: “Ciò che era determinato nel compiere, quanto a digiuno del nono, è probabile che non si limiti a quello nel significato, bensì in aggiunta al decimo: o per precauzione a riguardo o per distinzione da giudei e nazareni, il che è più probabilmente corretto e questo suggeriscono alcune narrazioni di Muslim”.

    [Fatĥ Al-Bārī (4/245)]

    Islām Q&A

    Feedback