16 - An-Nahl ()

|

(1) È arrivato l'ordine di Allāh: non affrettatelo! Gloria a Lui! Lui è molto al di sopra di ciò che Gli associano!

(2) Fa scendere gli angeli con lo Spirito, per Suo ordine, su chi vuole dei Suoi servi: "Avvertite che in verità non c'è altra divinità all'infuori di Me, temeteMi!

(3) Creò i cieli e la terra con la Verità. Lui è molto al di sopra di ciò che Gli associano!

(4) Creò l'uomo da un fiotto, ed eccolo evidente oppositore!

(5) E creò il bestiame: in loro c'è calore per voi e utilità, e da loro mangiate.

(6) E in essi c'è bellezza per voi quando li riportate nel loro rifugio e quando uscite per farli pascolare.

(7) E trasportano i vostri carichi a certi paesi che non raggiungereste se non con grandissima fatica: in verità il vostro Dio è Tenero, Misericordioso.

(8) E i cavalli, i muli e gli asini, perché li montiate e per mostra, e crea ciò che voi non sapete.

(9) E spetta ad Allāh indicare la via – di cui un tratto è un po' tortuoso – e se volesse, salverebbe tutti.

(10) Lui è Colui che ha fatto cadere dal cielo l'acqua; voi ne ricavate da bere e ne cresce l'erba per i pascoli.

(11) Con quella vi fa crescere le piantagioni, gli ulivi, le palme, le viti e ogni specie di frutti; in verità in quello c'è un Segno per la gente che riflette.

(12) E vi ha asservito la notte e il giorno, e il sole e la luna, e le stelle, asservite per Suo ordine; in verità ci sono in ciò dei Segni per i popoli che riflettono,

(13) e insieme a ciò che è sparso in terra dai vari colori: in verità ci sono in ciò dei Segni per la gente che ricorda.

(14) E Lui è Colui il quale vi asservì il mare, perché possiate mangiarne della carne tenera ed estrarne dei gioielli da indossare. E vedi le navi che lo navigano per raggiungere la Sua provvidenza, e affinché Gli siate riconoscenti.

(15) E gettò sulla terra dei fermi perché non frema sotto di voi, e fiumi e sentieri, affinché riusciate a trovare la via.

(16) E poi dei segni, e con le stelle si orientano.

(17) Chi crea è forse pari a chi non crea? Ma non riflettete?

(18) E se voleste contare le grazie di Allāh, non potreste contarle! In verità Allāh è Perdonatore, Misericordioso.

(19) E Allāh sa ciò che nascondete e ciò che mostrate.

(20) E quelli che invocano all'infuori di Allāh non creano nulla, ma sono loro stessi creati.

(21) Sono morti, non vivi, e non sanno quando verranno resuscitati.

(22) Il vostro Dio è un Dio Unico! Coloro che non credono nell'Aldilà hanno dei cuori perfidi e sono superbi.

(23) Non c'è dubbio che in verità Allāh conosca ciò che loro nascondono e ciò che mostrano. In verità Lui non ama i superbi.

(24) E se veniva detto loro: "Cosa ha fatto scendere il vostro Dio?" Dicevano: "Storie degli antichi."

(25) Ciò perché portino l'intero peso dei loro peccati il Giorno del Giudizio, e i pesi di quelli che li sviarono senza sapienza: quant'è infausto il loro fardello!

(26) I loro predecessori tramarono, e Allāh distrusse le loro costruzioni dalle fondamenta, così cadde il tetto su di loro e li arrivò la punizione da dove non se lo aspettavano.

(27) Poi il giorno della Resurrezione li umilierà e dirà: "Dove sono i Miei soci coi quali mi contestavate?" Quelli che hanno intelletto dissero: "in verità la vergogna e la maledizione sia sui miscredenti;

(28) quelli che gli angeli faranno morire, che sono stati ingiusti con loro stessi, si arresero e dissero: "Non facevamo niente di male!" Ma Allāh era in verità cosciente di ciò che facevate!

(29) Entrate per le porte dell’Inferno e restateci in eterno: che infausta dimora per i superbi!"

(30) ۞Ed è stato detto a quelli che sono stati devoti: "Cosa ha fatto scendere il vostro Dio?" Dissero: "Del bene!" Per quelli che in questa vita hanno fatto il bene, ci sarà il bene, e la loro dimora sarà molto migliore: com'è gloriosa la dimora dei devoti!

(31) Paradisi di A'den – dove entreranno – sotto cui scorrono fiumi, dove avranno ciò che desiderano: così Allāh premia i devoti!

(32) Quelli che gli angeli fanno morire da buoni, diranno: "Pace su di voi! Entrate in Paradiso grazie a ciò che avete fatto!"

(33) Si aspettano che vengano loro gli angeli o venga l'ordine di Allāh? Così fecero i loro predecessori. E Allāh non fece loro torto, ma loro facevano torto a se stessi.

(34) E li ha colti il peccato di ciò che facevano, e li ha circondati ciò che deridevano!

(35) E dissero gli idolatri: "Se Allāh avesse voluto, non avremmo mai adorato nulla al suo posto, né noi né i nostri padri, e non avremmo dichiarato illecito nulla, all'infuori di Lui!" Così facevano i loro predecessori. Si aspettano dai messaggeri qualcosa più del chiaro Messaggio?

(36) E inviammo ad ogni popolo il proprio Messaggero: "Adorate Allāh e state lontani da Ssatana!" Tra di loro ci fu chi Allāh guidò, e chi meritò la perdizione. E vagate in terra e osservate come fu la fine di quelli che smentivano.

(37) Se ti preoccupi per la loro guida, in verità sappi che Allāh non guida quelli che svia, e non avranno sostenitori.

(38) E fecero su Allāh il loro massimo giuramento, che Allāh non avrebbe risuscitato chi muore. Al contrario, è una promessa da parte Sua, veritiera – ma gran parte della gente non sa –

(39) per fare chiarezza sulle loro discordie, e perché i miscredenti sappiano che erano bugiardi.

(40) In verità quando Noi vogliamo una cosa, la Nostra parola è: "Sii!", e quella è!

(41) Quelli che emigrarono per la causa di Allāh, dopo aver sofferto l'ingiustizia, li stabiliremo in terra in una bella dimora, ma il premio dell'Aldilà è ancora più grande, se sapessero!

(42) Quelli che hanno pazientato e si affidano al loro Dio.

(43) E non inviammo prima di te se non uomini ai quali ispiravamo – chiedetelo ai Sapienti, se voi non lo sapete –

(44) con le Evidenze e il Libro. E abbiamo fatto scendere su di te l'Avvertimento, così che tu possa chiarire agli uomini ciò che è stato fatto scendere per loro, e affinché riflettano.

(45) Quelli che tramano opere malvagie, sono forse sicuri che Allāh non li faccia inghiottire dalla terra, o che non arriverà loro la punizione da dove meno se lo aspettano?

(46) O che non li colga durante il loro itinerario, così non avranno scampo?

(47) O che non li prenda mentre sono nel panico? In verità, il vostro Dio è Tenero, Misericordioso.

(48) O non hanno visto proprio nulla di ciò che Allāh ha creato, le cui ombre si stendono ora a destra, ora a sinistra, prosternandosi umili davanti ad Allāh.

(49) E ad Allāh si prostrano ﴾ وَلِلَّهِ يَسْجُدُ مَا فِي السَّمَوَاتِ وَمَا فِي الْأَرْضِ﴿ chi è in cielo e in terra, gli animali e gli angeli, e non s'insuperbiscono,۩

(50) temono il loro Dio al di sopra di loro, e fanno ciò che li viene ordinato.temono il loro Dio al di sopra di loro, e fanno ciò che li viene ordinato.۩

(51) ۞E Allāh disse: "Non prendete due divinità: Lui è in verità un Dio Unico! E abbiate timore di me!"

(52) E a Lui appartiene ciò che è nei cieli e in terra e a Lui va l'obbedienza eterna. Voi temete una divinità all'infuori di Allāh?

(53) E tutti i beni che avete provengono da Allāh. Poi, se vi prende una disgrazia, è a Lui che gridate aiuto.

(54) E se poi vi libera dalla disgrazia, ecco che una parte di voi associa subito al suo Dio un'altra divinità

(55) Per rinnegare ciò che abbiamo loro donato. Godete: presto saprete!

(56) E attribuiscono a ciò che non conoscono parte di ciò che abbiamo loro concesso. Per Allāh, sarete interrogati su ciò che avete escogitato!

(57) E attribuiscono ad Allāh delle figlie – Gloria Sua! – e si tengono ciò che desiderano!

(58) E se a qualcuno di loro si annuncia una femmina, il suo volto si fa cupo, in grande costrizione,

(59) nascondendosi dalla gente per la vergogna di ciò che gli è stato annunciato: dovrebbe tenersela a malincuore, o andare a seppellirla nella sabbia? Com'è malvagio il loro giudizio!

(60) A quelli che non credono nell'Aldilà si addice come esempio il male, e ad Allāh l'esempio supremo, e Lui è il Potente, il Saggio.

(61) E se Allāh dovesse giudicare gli uomini per ogni azione malvagia, in verità non lascerebbe in terra creature. Ma li rimanda ad un dato termine. E quando arriverà il loro termine, non lo ritarderanno di un'ora né lo anticiperanno.

(62) E attribuiscono ad Allāh ciò che loro odiano, e le loro lingue dicono menzogne: che in verità avranno il migliore trattamento. Non c'è dubbio che in verità avranno il Fuoco, e che vi saranno spinti.

(63) Per Allāh! Abbiamo inviato Messaggeri ai popoli prima di te, ma Satana ﴾الشَّيْطَانُ﴿ abbellì le loro azioni, e oggi lui è il loro protettore, e avranno una dolorosa punizione.

(64) E non facemmo scendere su di te il Libro se non perché tu chiarissi loro ciò su cui sono discordi, e Guida e Grazia per un popolo credente.

(65) E Allāh ha fatto scendere dal cielo l'acqua, vivificando con essa la terra dopo la sua morte: in verità in quello c'è un Segno per la gente che ascolta.

(66) E c'è in verità per voi un esempio nel bestiame: vi abbeveriamo di ciò che c'è nei loro ventri: deriva, tra feci e sangue, un puro latte, dal gusto buono per tutti quelli che lo bevono.

(67) E dal frutto delle palme e dalle viti voi traete una bevanda inebriante﴾poi è stata proibita﴿ e un buon guadagno: in verità in quello c'è un Segno per gente che riflette.

(68) E il tuo Dio ispirò all'ape: "Prenditi delle arnie tra i monti e negli alberi e in ciò che gli uomini elevano,

(69) poi nutriti di tutti i frutti e segui i sentieri agevoli del tuo Dio . "Ed ecco uscire dal suo ventre una bevanda di diverso colore in cui c'è cura per l'umanità: in verità in quello c'è un Segno per la gente che riflette.

(70) E Allāh vi ha creati, poi vi farà morire. E tra di voi c'è chi viene rimandato alla vecchiaia, così che non sappia, dopo aver imparato, più nulla: in verità Allāh è Sapiente, Potente.

(71) E Allāh vi ha privilegiati gli uni sugli altri negli averi, ma quelli che sono privilegiati non donano i loro averi ai loro schiavi, poiché diventerebbero uguali. Nascondono la grazia di Allāh?

(72) E Allāh ha tratto da voi stessi delle mogli, e vi ha concesso dalle vostre mogli dei figli e dei nipoti, e vi ha donato delle cose buone. È nella falsità che loro credono, e negano la grazia di Allāh?

(73) E adorano, all'infuori di Allāh, ciò che non possiede per loro nessun bene nei cieli e in terra, e non hanno potere.

(74) Non portate degli esempi ad Allāh! In verità, Allāh sa e voi non sapete.

(75) ۞Allāh ha portato come esempio un servo in cattività, che non può nulla contro colui che abbiamo provvisto, da parte Nostra, di molti beni, da cui quello dona in segreto e apertamente: sono i due pari? La Lode sia ad Allāh ٱلۡحَمۡدُ لِلَّهِۚ! Ma la gran parte di loro non sa.

(76) E Allāh ha portato inoltre come esempio due uomini, di cui uno è muto, e non può nulla, in assoluta dipendenza dal padrone, che, ovunque lui lo mandi, non porta nulla di buono: sarebbe quello pari a chi invita alla giustizia e che si trova su una retta via?

(77) E ad Allāh appartiene l'Ignoto dei cieli e della terra; e l'attimo dell'Ora non è che un semplice battere di ciglio, o più vicino: in verità Allāh è Onnipotente

(78) E Allāh vi ha fatto uscire dai ventri delle vostre madri; non sapevate nulla, e vi ha dotati d'udito, della vista e dei cuori, affinché siate riconoscenti.

(79) Non vedono gli uccelli che, sottomessi nell'immensità del cielo, non li sostiene se non Allāh? In ciò ci sono in verità dei Segni per i popoli credenti.

(80) E Allāh vi ha reso le vostre case rifugio, e vi ha fatto delle pelli degli animali tende, che trovate leggere il giorno della partenza e quando vi accampate. E dalle lane di questi e dai loro peli e dai loro crini fabbricate alcuni oggetti e utilità per un certo tempo.

(81) E Allāh vi ha concesso da ciò che ha creato delle ombre, e rifugi nei monti, e vi ha provvisto di abiti per proteggervi dal caldo, e altri a difesa dei colpi reciproci: è così che Lui completa la Sua grazia su di voi, affinché vi sottomettiate

(82) Ma se si voltano, a te spetta solo il chiaro messaggio.

(83) Conoscono la grazia di Allāh , poi la rinnegano, e la maggior parte di loro sono miscredenti.

(84) E il giorno che invieremo da ogni popolo un testimone, poi non sarà permesso ai miscredenti, e non avranno una proroga.

(85) E quando gli ingiusti vedranno la punizione, non li verrà alleviata e non verranno rimandati.

(86) E quando gli idolatri videro i loro soci, dissero: " Dio nostro, questi sono i nostri soci, che invocavamo all'infuori di Te!" Quelli hanno ritorto loro la parola: "Voi siete in verità bugiardi!"

(87) Quel giorno hanno reso ad Allāh la loro sottomissione e hanno perduto ciò che hanno inventato.

(88) Quelli che hanno rinnegato e hanno sbarrato la strada di Allāh , abbiamo aggiunto loro punizione su punizione per la corruzione che diffondevano.

(89) E il giorno in cui Noi invieremo a ogni popolo un testimone tra di loro, contro di loro, e ti chiameremo come testimone contro quelli, e abbiamo fatto scendere il Libro su di te per chiarire ogni cosa, e come Guida e Grazia e Buon Annuncio per i musulmani.

(90) ۞ In verità Allāh ordina la giustizia e la carità, e di fare del bene ai consanguinei, e dissuade dalla nefandezza, dall'atto riprovevole e dalla trasgressione. Lui vi avverte, così che ricordiate.

(91) E rispettate il patto con Allāh, se lo stringete, e non mancate mai ai giuramenti dopo averli fatti, e avete preso Allāh come vostro testimone, e in verità Allāh conosce ciò che fate.

(92) E non siate come quella che sfilava la sua lana dalla cocca, dopo averla filata accuratamente: prendete i vostri giuramenti come un inganno, per far prevalere una comunità su un'altra! In verità Allāh vi mette, con questo, alla prova, e vi chiarisce, nel Giorno del Giudizio, riguardo ciò su cui siete discordi.

(93) E se Allāh avesse voluto, vi avrebbe resi di un'unica fede. Ma Lui devia chi vuole e illumina chi vuole, e sarete interrogati su ciò che avete fatto.

(94) E non usate i vostri giuramenti per ingannarvi tra di voi, così che il piede, dopo essersi ben saldato, scivoli; poi dovrete assaggiare la punizione per aver sbarrato la strada di Allāh , e avrete una grande punizione.

(95) E non comprate il patto di Allāh a vile prezzo: in verità ciò che è da Allāh è meglio per voi, se sapeste!

(96) Ciò che voi avete finisce, ma ciò che è da Allāh è eterno, e ripagheremo certo i pazienti con un premio molto migliore di ciò che facevano.

(97) Chi ha fatto del bene, maschio o femmina, da credente, gli faremo godere una vita agiata, e li ricompenseremo con una ricompensa molto migliore di ciò che facevano.

(98) Se leggi il Corano, rifugiati presso Allāh da Satana ﴾الشَّيْطَانُ﴿ il lapidato!

(99) In verità lui non ha alcuna autorità su quelli che hanno creduto e che si affidano al loro Dio.

(100) In verità la sua autorità è valida su quelli che gli sono alleati e che, per causa sua, sono idolatri.

(101) E se cambiamo un versetto con un altro – e Allāh sa meglio ciò che fa scendere – dicono: "in verità sei un impostore!" Ma gran parte di loro non sa.

(102) Dici: "L'ha fatto scendere l'Angelo Jibrīl ﴾ Arrūh Al-Amīn نَزَلَ بِهِ الرُّوحُ الْأَمِينُ﴿ dal tuo Dio con la Verità, per rafforzare quelli che hanno creduto e come Guida e Buon Annuncio per i musulmani.

(103) E sappiamo bene che loro dicono: "in verità lo istruisce un essere umano!" Ma la lingua che loro indicano è straniera, mentre questa è pura lingua araba.

(104) In verità quelli che non credono nei Segni di Allāh non saranno mai guidati da Allāh, e avranno una dura punizione.

(105) In verità quelli che non credono nei Segni di Allāh fabbricano bugie, e sono proprio loro i bugiardi.

(106) Chi rinnega Allāh dopo aver creduto, tranne chi è costretto, e il suo cuore rimane sereno con la fede: ma quelli che spalancano il petto alla miscredenza, avranno l'ira di Allāh e subiranno una grande punizione.

(107) Ciò perché in verità hanno amato troppo questa vita rispetto all'Aldilà, e in verità Allāh non guida il popolo miscredenti.

(108) Quelli a cui Allāh ha sigillato il cuore, e l'udito e la vista, e quelli sono i distratti.

(109) E non c'è dubbio che in verità nell'Aldilà saranno loro i perdenti.

(110) Poi, in verità il tuo Dio , per quelli che emigrarono dopo essere stati messi alla prova, e in seguito combatterono e pazientarono, in verità dopo di ciò il tuo Dio sarà Perdonatore, Misericordioso.

(111) ۞ Il Giorno in cui ogni anima verrà per difendere se stessa, e in cui ogni anima sarà ricompensata di ciò che avrà fatto, e non le sarà fatto torto.

(112) E Allāh ha portato l'esempio della città che era sicura, serena, a cui arrivava il suo bene abbondantemente da ogni parte; rinnegò la grazia di Allāh , e Allāh le fece assaggiare la fame e la paura per ciò che avevano fatto.

(113) E arrivò loro un Messaggero tra loro stessi, però lo smentirono, e li raggiunse la punizione perché erano ingiusti.

(114) "Mangiate pure di ciò che vi ha concesso Allāh di lecito e buono ﴾Ħalel حَلاَل﴿, e siate grati per la grazia di Allāh se siete Suoi adoratori!"

(115) Vi ha proibito in verità di mangiare la carogna, il sangue e la carne di maiale, oltre a ciò che è stato sacrificato all'infuori di Allāh . Chi vi è costretto, senza averne colpa o essere trasgressore, in verità sappia che Allāh è Perdonatore, Misericordioso.

(116) E non dite quello che vi suggerisce la vostra lingua: "Questo è lecito ﴾Ħalel حَلاَل﴿ e questo è proibito”, per diffondere menzogne su Allāh: in verità quelli che inventano menzogne su Allāh non avranno mai successo!

(117) Un breve godimento, e avranno una dura punizione!

(118) E proibimmo agli ebrei ciò che ti abbiamo raccontato prima. E non abbiamo fatto loro torto, ma fecero torto a loro stessi.

(119) Poi in verità il tuo Dio, riguardo quelli che hanno fatto il male per ignoranza, poi, dopo di ciò, si sono pentiti e hanno fatto il bene, in verità, dopo di ciò, il tuo Dio sarà Perdonatore, Misericordioso.

(120) In verità Ibrāhīm ﴾إِبْرَاهِيم﴿ era un Imām, ﴾ ummah أَمّة﴿ obbediente ad Allāh , tendente alla retta via contro la perdizione, e non fu tra gli idolatri,

(121) grato dei suoi molteplici favori, lo prescelse e guidò ad una retta via.

(122) E gli concedemmo nella vita prestigio e nell'Aldilà sarà tra i beati.

(123) Poi ti abbiamo ispirato: "Segui la fede di Ibrāhīm ﴾إِبْرَاهِيم﴿, il sincero nella sua fede, e che non fu tra gli idolatri.

(124) In verità il Sabato fu istituito per quelli che erano discordi su di esso. E in verità il tuo Dio giudicherà tra di loro, il giorno del Giudizio, sulle loro discordie.

(125) Chiama al sentiero del tuo Dio con la saggezza e il buon consiglio, e disputa con loro nel migliore dei modi: in verità il tuo Dio conosce meglio chi ha smarrito il suo sentiero e conosce meglio quelli che hanno trovato la retta via.

(126) Quando punite, punite nello stesso modo in cui siete stati puniti. Ma se pazientate, sarà molto meglio per i pazienti.

(127) E pazienta! E la tua pazienza non deriva se non da Allāh. E non ti rattristare per loro, e non affliggerti per le loro trame.

(128) In verità Allāh è con quelli che sono stati devoti e con quelli che sono pii.