51 - Adh-Dhâriyât ()

|

(1) Per i venti che smuovono la polvere;

(2) per le nuvole cariche di pioggia;

(3) per le navi che corrono fluentemente

(4) e per gli angeli che distribuiscono gli ordini:

(5) in verità ciò che vi è promesso è vero,

(6) e in verità è certo che il Rendiconto arriverà!

(7) E il cielo delle orbite!

(8) In verità siete discordi su ciò di cui parlate:

(9) si allontanerà dal vero chi ne sarà deviato.

(10) Maledetti i bugiardi,

(11) quelli che sono distratti in un abisso d'ignoranza!

(12) Chiedono quando verrà il Giorno del Giudizio.

(13) Il giorno in cui bruceranno nel Fuoco.

(14) "Assaggiate questa prova che avete affrettato!"

(15) In verità i devoti saranno in Paradisi e fonti,

(16) dove riceveranno ciò che li ha dato il loro Dio: in verità in passato erano pii:

(17) dormivano poco nella notte

(18) e nell'ultima parte della notte imploravano perdono,

(19) e parte dei loro beni era diritto dei mendicanti e dei bisognosi.

(20) E per i devoti ci sono segni sulla terra

(21) e in voi stessi: non vedete?

(22) E nei cieli è il vostro sostentamento e ciò che vi è stato promesso.

(23) Per il Dio del cielo e della terra, in verità questa è la pura verità, com'è vero che parlate.

(24) Non ti è arrivata notizia degli illustri ospiti d'Ibrahīm?

(25) Quando entrarono da lui, dissero: "Pace!" Disse: "Pace, gente sconosciuta!"

(26) Poi se ne andò con discrezione e ritornò con un vitello grasso.

(27) che avvicinò loro. Disse: "Non mangiate?"

(28) E ne ebbe timore. Dissero: "Non temere". E gli annunciarono la nascita di un bambino sapiente.

(29) E sua moglie venne avanti, gridando, poi batté il viso. Disse: "Vecchia e sterile?"

(30) Dissero: "Così ha ordinato il tuo Dio: in verità Lui è il Saggio, il Sapiente."

(31) ۞ Disse: "Qual è la vostra missione, o messaggeri?"

(32) Dissero: "In verità siamo inviati a un popolo criminale

(33) per scagliare su di loro pietre di argilla

(34) marchiate dal tuo Dio per i perversi.

(35) E facemmo uscire da essa i credenti,

(36) ma trovammo solo una casa di musulmani,

(37) così ne facemmo un esempio per quelli che temevano la dolorosa punizione".

(38) E un altro esempio è Mūsā ﴾مُوسَى﴿, quando lo inviammo al Faraone con prove evidenti.

(39) Ma quello e i suoi soldati si rifiutarono di credere, e disse: "Lui è ` un mago o un posseduto!"

(40) E lo prendemmo col suo esercito e li buttammo in mare, tanto era colpevole!

(41) E così per A'ad, su cui mandammo un vento devastatore,

(42) che non lascia nulla di ciò su cui si abbatte senza ridurlo in polvere.

(43) E così dei Thamùditi, quando si disse loro: "Godete per un periodo!"

(44) Ma furono superbi verso l'ordine del loro Dio, e li prese l'Urlo mentre guardavano.

(45) Così non poterono più risollevarsi, né vincere.

(46) E in precedenza il popolo di Nūħ ﴾نُوح﴿: erano trasgressori.

(47) E il cielo lo abbiamo costruito con le Nostre mani, e in verità ne siamo capaci.

(48) E stendemmo la terra come solo Noi siamo capaci di fare,

(49) e di ogni cosa abbiamo fatto una coppia, perché possiate riflettere.

(50) Accorrete ad Allāh: in verità io sono per voi, da parte Sua, un chiaro ammonitore.

(51) E non associate ad Allāh altre divinità: in verità io sono per voi, da parte Sua, un chiaro ammonitore.

(52) Così per i popoli che li avevano preceduti: non venne loro un Messaggero di cui non dissero: “È un mago o un posseduto”.

(53) Si sono forse passati la parola? Ma loro sono gente prepotente.

(54) Allontanati da loro, non sarai rimproverato.

(55) E ammoniscili, in verità l'avvertimento è utile ai credenti.

(56) E non creai i demoni e gli umani se non per adorarMi.

(57) Non mi aspetto da loro nessun sostentamento, né desidero che mi nutrano.

(58) In verità Allāh, Lui è il Dispensatore, ed è saldo nella Sua Potenza.

(59) In verità gli ingiusti hanno avuto una punizione simile a quella dei loro compagni: che non si affrettino!

(60) Guai ai miscredenti dal Giorno che è stato loro promesso!