68 - Al-Qalam ()

|

(1) Nū-ūn نٓ Per il calamo e ciò che scrivono:

(2) Non sei, per grazia di Allāh, un posseduto!

(3) E in verità avrai una ricompensa eterna,

(4) e in verità hai un carattere nobile

(5) e presto vedranno – e vedrai –

(6) chi di voi è il posseduto.

(7) In verità il tuo Dio sa meglio chi ha perso il Suo sentiero e sa meglio chi procede sulla Retta Via.

(8) Non obbedire ai rinnegatori!

(9) Loro vorrebbero che tu li assecondassi, cosi che loro ti assecondino.

(10) E non dare retta a ogni vile spergiuro,

(11) diffamatore, divulgatore di calunnie,

(12) ostile al bene, trasgressore indegno

(13) e spregevole e disprezzato tra la sua gente.

(14) Se è un possessore di beni e figli,

(15) se gli vengono recitati i Nostri segni, dice: "Sono favole degli antichi!"

(16) Noi lo marchieremo sul naso.

(17) In verità Noi li abbiamo messi alla prova, come abbiamo messo alla prova quelli del giardino, che giurarono di fare il raccolto di buona mattina.

(18) e non tennero conto della parte dei poveri.

(19) E così una calamità del tuo Dio li avvolse mentre dormivano,

(20) e fu come se la terra fosse stata bruciata.

(21) E al mattino si chiamarono a vicenda:

(22) "Correte alle vostre piantagioni, se volete fare raccolto!"

(23) E partirono sussurrando a se stessi:

(24) "Che non entri oggi, tra voi, un povero!"

(25) E andarono, agguerriti, a impedirglielo.

(26) E quando videro il loro giardino, dissero: "In verità siamo in perdizione!

(27) Ma siamo stati puniti".

(28) Il più moderato di loro disse: "Non vi ho detto di glorificare?"

(29) Dissero: "Lodato sia il Nostro Dio! In verità eravamo ingiusti!"

(30) E si volsero l'uno all'altro, rimproverandosi, dissero:

(31) "Guai a noi! In verità siamo stati prepotenti!

(32) Ma forse il nostro Dio ci darà in cambio qualcosa di meglio! In verità ci rivolgiamo, supplicanti, al nostro Dio."

(33) Quella fu la punizione e la punizione nell' Aldilà è più grande, se sapessero.

(34) In verità per i devoti ci sono Paradisi di delizia dal loro Dio.

(35) Tratteremo forse i musulmani come i criminali?

(36) Che vi prende? Come giudicate?

(37) O avete forse un libro su cui studiare,

(38) in cui in verità siete certi di trovare proprio ciò che vi sta bene?

(39) O avete forse un patto con Noi, valido fino al Giorno del Giudizio, in base al quale, in verità, avrete ciò che volete?

(40) Chiedi chi di loro ne è testimone.

(41) O hanno forse dei soci? Che portino tali soci, se sono veritieri.

(42) Il giorno in cui la gamba si scoprirà e in cui saranno chiamati a prosternarsi, e non ci riusciranno,

(43) Avranno gli sguardi bassi, umiliati, sotto il peso della vergogna; eppure furono chiamati a prosternarsi quando erano ancora in vita!

(44) Lasciami con chi nega questo Monito: Noi li rovineremo poco a poco, da dove non se lo aspettano.

(45) Dai loro tregua: il Mio Piano è in verità solido.

(46) O forse chiedi loro una ricompensa mentre loro sono pieni di debiti?

(47) O conoscono forse l'Ignoto e lo stanno scrivendo?

(48) Sopporta l'ordine del tuo Dio e non essere come quello del Pesce, quando gridò nella disperazione:

(49) se non l'avesse soccorso una grazia di Allāh, sarebbe stato rigettato sulla terra nuda, e rimproverato.

(50) Ma il Suo Dio lo elevò e lo rese uno dei giusti.

(51) E i miscredenti ti fanno quasi cadere con i loro sguardi, quando hanno ascoltato l'Avvertimento, e dicono: "In verità Lui è un posseduto!"

(52) E non è altro che un Monito ai Mondi.