75 - Al-Qiyâmah ()

|

(1) Giuro per il giorno della Resurrezione

(2) e giuro per l'anima che si incolpa:

(3) l'uomo crede che non ricomporremo le sue ossa?

(4) Certo, siamo capaci di ricomporne le impronte delle dita.

(5) Però l'uomo vuole persistere nella sua incredulità.

(6) Si domanda quanto è lontano il giorno della Resurrezione.

(7) Quando si abbaglierà la vista

(8) e la luna si eclisserà

(9) e il sole e la luna verranno uniti,

(10) allora l'uomo dirà: "Dov'è la via di fuga?"

(11) No, non ci sarà una fuga!

(12) Quel giorno la dimora sarà dal tuo Dio.

(13) Quel giorno l'uomo verrà informato sulle sue adempienze e le sue mancanze.

(14) Ma l'uomo sarà testimone contro se stesso,

(15) anche se porterà le sue scuse.

(16) Non muovere la tua lingua con Esso per affrettarti.

(17) In verità a Noi spetta riunirlo e farlo recitare,

(18) e quando lo leggiamo, seguine la recitazione,

(19) poi in verità a Noi spetta chiarirlo.

(20) No! Voi amate questa vita

(21) e siete incuranti dell'Aldilà.

(22) Ci saranno visi radiosi,

(23) radiosi verso il loro Dio.

(24) E ci saranno visi cupi,

(25) coscienti di dover subire una punizione terribile.

(26) No! Quando arriverà la sua agonia,

(27) sarà detto: "Chi ? (س) C'è chi possa pregare per salvarlo dalla morte?"

(28) E si convincerà che è arrivata l'ora del distacco

(29) e la gamba si unirà all'altra gamba:

(30) al tuo Dio sarà il suo ritorno.

(31) Non ha donato, né pregato,

(32) ma negò e volse le spalle;

(33) poi tornò alla sua gente, altezzoso.

(34) Guai a te, guai!

(35) Poi: guai a te, guai!

(36) L'uomo crede forse che sarà lasciato a se stesso?

(37) Non fu forse un fiotto gettato?

(38) Poi divenne un grumo, da cui Lui formò e plasmò

(39) e creò da lui la coppia: il maschio e la femmina.

(40) Non è forse Lui capace di ridare la vita ai morti?